Una Banca Centrale a regola d'ARTE

Sindacato Indipendente Banca Centrale
Per ricevere i nostri volantini in tempo reale sul tuo smartphone o tablet,  scarica dal Play Store (se hai android) o dall'Apple Store (se hai un IPhone) una qualunqua applicazione che comporti lo scarico di notizie tramite Feed RSS.
Nell'applicazione scaricata devi indicare come URL : www.sibc.it/NEWS/blog/x5feed.php   e ricevereai con una notifica il nostro volantino, oltre alla possibilità di scaricarli tutti.


Per ricevere i nostri volantini in tempo reale sul tuo smartphone o tablet,  scarica dal Play Store (se hai android) o dall'Apple Store (se hai un IPhone) una qualunqua applicazione che comporti lo scarico di notizie tramite Feed RSS. Nell'applicazione scaricata devi indicare come URL : www.sibc.it/NEWS/blog/x5feed.php   e ricevereai con una notifica il nostro volantino, oltre alla possibilità di scaricarli tutti.
Scarica un Feed Reader per ricevere in tempo reale le nostre notizie sul tuo smartphone utilizzando la URL:
www.sibc.it/NEWS/blog/x5feed.php
Sindacato Indipendente Banca Centrale
Vai ai contenuti

Una Banca Centrale a regola d'ARTE

sibc_raccolta comunicazioni
Pubblicato in Procedure_di_lavoro · 28 Novembre 2023
Una Banca Centrale a regola d'ARTE

Nei mesi  scorsi abbiamo denunciato l’obiettivo che il vertice dell’Istituto  persegue da troppo tempo e che spudoratamente aveva inserito nel Piano strategico 2023-25, alla voce "razionalizzazione di assetti organizzativi e processi operativi":L’attenzione ai costi è particolarmente importante in un contesto di accresciuta attenzione dei principali flussi  di  reddito,  e  in particolare di quelli derivanti dall’attuazione della politica monetaria, sì da non incidere sulle risorse che la Banca potrà destinare allo Stato”, e supportato con l’attività di indottrinamento-formazione del Dipartimento Pianificazione, organizzazione e bilancio tesa a “Massimizzare i trasferimenti al Tesoro”, in un contesto di forte contrazione dei bilanci delle BCN dell’Eurosistema.

Non eravamo preoccupati che si finanziasse il MEF, ma che si continuasse a minare l’efficacia della Banca Centrale italiana, che  fonda la sua azione sul principio di indipendenza e autonomia, anche  finanziaria. Silenzio da parte del Vertice dell’istituto e,  incredibilmente, anche da parte di tutte le altre sigle sindacali.
I nostri timori, purtroppo, vengono confermati ogni giorno: organici sempre più ridotti sia  in periferica che in diversi settori dell’A.C., tanto da indurre i  responsabili a elemosinare “prestazioni da remoto” o anche qualche  missione, ma breve; budget insufficienti a svolgere le funzioni istituzionali,  tanto da indurre la dirigenza a “orientare” i colleghi a rinunciare ai  compensi spettanti o, nelle missioni, almeno ripiegare per i rimborsi  piè di lista; attrezzature obsolete e insufficienti,  come quelle mancanti nel trattamento delle banconote e delle monete, che  le banche rifiutano alla clientela, inducendo la Banca a stoccarne  grandi quantitativi non conformi e quindi non spendibili, anche qui a  danno della regolare circolazione del contante; e tanto ancora ci  sarebbe da citare sulle diverse funzioni svolte, in particolare per le depredate Filiali.

L’ultimo recentissimo capolavoro di razionalizzazione dei processi operativi è stato frettolosamente realizzato con la procedura ARTE, che oltre a mettere in grande difficoltà le Unità operative che riscontrano le richieste di accesso alla Centrale dei Rischi, sta creando seri disservizi all’utenza, in particolare a quella che intenderebbe partecipare al bando ISMEA, e gravi rischi reputazionali, legali e patrimoniali per la Banca.
Come al solito le responsabilità verranno  imputate agli anelli più bassi della catena. responsabilità che vanno  invece ricondotte in capo all’Alta Direzione della Banca, sempre più lontana (a dispetto della denominazione del Dipartimento) dalle reali esigenze di una seria organizzazione del lavoro e di un utilizzo delle risorse finanziarie, tecnologiche e professionali adeguate alle funzioni assegnate e restia a permettere ai colleghi di lavorare bene al servizio del Paese e non di astruse procedure. Nulla di più e nulla di meno di quel che è stato permesso, per oltre un secolo, al Personale dell’Istituto.
L’auspicio è che il nuovo Governatore scelga donne e uomini capaci di  raddrizzare una rotta che sta allontanando la Banca dal dovere di  servire la collettività nel modo migliore, in tutti i compiti che  istituzionalmente le spettano.


Sindacato Indipendente Banca Centrale
siamo in Via Panisperna, 32 - 00184 Roma

telefono 0647923071

mail - segreteria@sibc.it
PEC - segreteria.sibc@actaliscertymail.it
Torna ai contenuti